IL RACCONTASTORIE DELLA TENDA INDIANA

Se non leggi il testo qui sopra clicca qui
Tutto sugli Haiku
notizie, riflessioni, storia, metrica, concorsi, tecniche
HOME CHI SIAMO DOVE SIAMO SCRIVICI EDITORIA NEWSLETTERS WEB MAIL
AFORISMI
ANIMAZIONE E SPETTACOLI DI STRADA
ANIMAZIONE E SPETTACOLI NELLE SCUOLE
ARCHIVIO NEWS
ARTIGIANATO
HAIKU
CORBELLI
GITE DIDATTICHE A CASCINA MACONDO
IL RACCONTA STORIE DELLA TENDA INDIANA
LE ZUCCHERO HAIKU - COLLEZIONE 2006
LINK AMICI
MISURALI
POESIE
RACCONTI
RACCONTI INDIANI
SCOPRI IL RACCONTA STORIE DELLA TENDA
INDIANA
RACCONTI DI VIAGGIO
LINK A SEZIONI ESTERNE
ARCHIVIO NEWSLETTER
CRONOLOGIA
DIZIONARIO GARZANTI
significato e divisione in sillabe
delle parole italiane
MAPORAMA
per conoscere la strada più breve
da dove parti a dove vuoi arrivare
MOTORE ANAGRAMMATICO
GLOSSARIO DEL VINO
RIMARIO DELLA LINGUA ITALIANA
SERVAS SUL FILO DELLE CASE
i tuoi comunicati le tue notizie - (gome cuando fiori nuovi)

Cascina Macondo

presidente-consulente pedagogico dei percorsi didattici: Anna Maria Verrastro
direttore artistico: Pietro Tartamella

Redazione
Anna Maria Verrastro
Bruno Burdizzo
Dario Robaldo
Franco Pariante
Michele Bertolotto
Pietro Tartamella

componenti Giuria
Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana
Annette Seimer
Antonella Filippi
Elisabetta Bovo
Fabia Binci
Fabrizio Virgili
Giorgio Gazzolo
Michele Bertolotto
Pier Luca Bandinelli
Pietro Tartamella

 

collaboratori
Agrippino Musso
Ajdi Tartamella
Clelia Vaudano
Eduard Tara
Enrico Mario Lazzarin
Eugenia Gaglianone
Florian Lasne
Gianni Borraccino
Giuseppe Risso
Gulli Pepe
Hans Elzinga
Lucy Sobrero
Marco Morello
Margherita Pavia
Mario Robecchi
Massimo Lupotti
Nagi Tartamella
Paolo Luino
Reno Rascionato
Roberto Martinez
Silvia Sanlorenzo
Ugo Benvenuto
Umberto Cordier
Wanda Scrima

possono parlarvi di noi
(Ci scusiamo con tutte le scuole, gli enti,
i comuni, le proloco, le biblioteche, le cooperative
che non abbiamo menzionato nel seguente elenco)

Biblioteca di Arcore (MI)
Biblioteca di Chieri (TO)
Biblioteca di Follonica (GR)
Biblioteca di Modena (MO)
Biblioteca di Moncalieri (TO)
Biblioteca di Nonio (NO)
Biblioteca di Settimo Torinese (TO)
Biblioteca di Valdagno (VI)
C.S.T di Chieri (TO)
C.S.T. di Aosta (AO)
C.S.T. di Via Bologna - Torino (TO)
Centro Commerciale "Alpe Adria" - Cassacco (UD)
Centro Commerciale "Bennet" - Lodi (MI)
Centro Commerciale "Centro Nova" - Villanova di Castenaso (BO)
Centro Commerciale "Città Mercato" - Vicenza (VI)
Centro Commerciale "Euro Mercato" - Massa (MS)
Centro Commerciale "Fiordaliso" - Rozzano Ticinese (MI)
Centro Commerciale "Giotto" - Padova (PD)
Centro Commerciale "Ipercoop La Torre" - Baggio (MI)
Centro Commerciale "Panorama" - Torino (TO)
Comune di Alghero (SS)
Comune di Argenta (FE)
Comune di Bazzano (PR)
Comune di Bergolo (CN)
Comune di Bologna (BO)
Comune di Bormio (SO)
Comune di Budrio (BO)
Comune di Camporosso (IM)
Comune di Caselle (TO)
Comune di Castelfiorentino (FI)
Comune di Castelvetro (MO)
Comune di Chieri (TO)
Comune di Chieti (CH)
Comune di Cumiana (TO)
Comune di Cuorgnè (TO)
Comune di Dongo (CO)
Comune di Gassino (TO)
Comune di Giulianova (TE)
Comune di Maresca (PT)
Comune di Martina Franca (TA)
Comune di Mercogliano (AV)
Comune di Mirandola (MO)
Comune di Monsummano Terme (PT)
Comune di Montese (MO)
Comune di Montesilvano (PE)
Comune di Paternopoli (AV)
Comune di Pergine (TN)
Comune di Pescara (PE)
Comune di Prato (FI)
Comune di Rhême Notre Dame (AO)
Comune di Ripateatina (CH)
Comune di Rivodora (TO)
Comune di Roseto degli Abruzzi (TE)
Comune di Sassari (SS)
Comune di Scordia (CT)
Comune di Settimo Torinese (TO)
Comune di Sommariva Perno (CN)
Comune di Taranto (TA)
Comune di Torino (TO)
Comune di Villanova (AT)
Pro Loco di Ardore (RC)
Pro Loco di Canale (CN)
Pro loco di Dogliani (CN)
Pro Loco di Marentino (TO)
Pro Loco di San Damiano (AT)
Scuola Elemenmtare Via Chanoux - Pont St. Martin (AO)
Scuola Elementare - Piverone (TO)
Scuola Elementare - Rodello (TO)
Scuola Elementare - San Pietro Vallemina (TO)
Scuola Elementare A. Fresu - Collegno (TO)
Scuola Elementare A. W. Burgo - Verzuolo (TO)
Scuola Elementare A.M. Brizio - Buttigliera Alta (TO)
Scuola Elementare C. Pedotti - Luvinate (VA)
Scuola Elementare Cairoli - Torino (TO)
Scuola Elementare Cavour - Santena (TO)
Scuola Elementare Cesare Pavese - Nichelino (TO)
Scuola Elementare Corso Torino - Strambino (TO)
Scuola Elementare De Amicis - Torino (TO)
Scuola Elementare di Villanova Quattro Ville (MO)
Scuola Elementare F. Valobra - Carmagnola (TO)
Scuola Elementare G. Marconi - Mathi (TO)
Scuola Elementare G. Rodari - Trofarello (TO)
Scuola Elementare G. Rodari - Venaria (TO)
Scuola Elementare Istituo Amaretti - Poirino (TO)
Scuola Elementare Italo Calvino - Rivalta (TO)
Scuola Elementare M. D'Azeglio (TO)
Scuola Elementare Massimo D'Azeglio - Revigliasco (TO)
Scuola Elementare P/za Repubblica - Favria (TO)
Scuola Elementare P/za S. Pellico - Chieri (TO)
Scuola Elementare Papa Giovanni XXIII - Nichelino (TO)
Scuola Elementare Piazza Cavour - None (TO)
Scuola Elementare Prati Nuovi - Pont St. Martin (AO)
Scuola Elementare S.Luigi - Chieri (TO)
Scuola Elementare Salvemini - Torino (TO)
Scuola Elementare Via Colombaro - S. Sebastiano da Po (TO)
Scuola Elementare Via Europa - Sestriere (AO)
Scuola Elementare Via Fea - Chieri (TO)
Scuola Elementare Via Genova - Nole (TO)
Scuola Elementare Via Poirino - Carmagnola (TO)
Scuola Elementare Via S. Giovanni - Riva Presso Chieri (TO)
Scuola Elementare Via S. Secondo - Givoletto (TO)
Scuola Materna - Cumiana (TO)
Scuola Materna - Trofarello (TO)
Scuola Materna - Verolengo (TO)
Scuola Materna Andersen - Nichelino (TO)
Scuola Materna Andersen - Torino (TO)
Scuola Materna Anna Frank - Pinerolo (TO)
Scuola Materna C. Collodi - Pino Torinese (TO)
Scuola Materna Casanova - Carmagnola (TO)
Scuola Materna Corso Francia - Collegno (TO)
Scuola Materna Gribaudi - Cambiano (TO)
Scuola Materna Luxemburg - Grugliasco (TO)
Scuola Materna Parrocchiale - San Carlo Canavese (TO)
Scuola Materna Peter Pan - Chivasso (TO)
Scuola Materna Serra - Riva Presso Chieri (TO)
Scuola Materna Via Ancona - Torino (TO)
Scuola Materna Via Cecchi - Torino (TO)
Scuola Materna Via P. Cossa - Torino (TO)
Scuola Materna Via Roma - Baldissero (TO)
Scuola Materna Walt Disney - Venaria (TO)
Scuola Media D.M.Turoldo - Torino (TO)
Scuola Media Don Milani (TO)
Scuola Media Mosso - Torino (TO)
Scuola Media Olivetti - Torino (TO)
Scuola Media Palazzeschi (TO)
Scuola Media Perotti - Torino (TO)
Scuola Media Quarini - Chieri (TO)
Scuola Media Vivaldi (TO)
Scuola Superiore - Istituto Tecnico Agrario Ubertini - Chieri (TO)
Scuola Superiore - Liceo Avogadro - Torino (TO)
Scuola Superiore - Liceo Gobetti - Torino (TO)
Scuola Superiore - Liceo Monti - Chieri (TO)
Scuola Superiore - Liceo Segrè - Torino (TO)
varie - Associazione Carcafucio - Chieri (TO)
varie - Compagnia Pinin Pacot - Rivodora (TO)
varie - Compagnia Stelten Flight (CN)
varie - cooperativa Girovagarte - Chieri (TO)
varie - cooperativa La Gracchia - Cambiano (TO)
varie - Equipe Management - Bologna (BO)
varie - Events 365 - Pescara (PE)
varie - Fornace Carena - Cambiano (TO)
varie - I Tribà - Torino (TO)
varie - Ippodromo S. Giovanni - Pescara (PE)
varie - Joy Project - Torino (TO)
varie - Legambiente - Bologna (BO)
varie - Mancini Sollevamenti -San Miniato (PI)
varie - Manifestazione "Busker Festival" - Ferrara (FE)
varie - Manifestazione "La Luna Azzurra" - San Miniato (PI)
varie - Manifestazione "Mercantia" - Certaldo (FI)
varie - Manifestazione "On The Road Festival" - Pelago (FI)
varie - Manifestazione Artisti di Strada - Maresca (PT)
varie - Manifestazione Artisti di Strada - Santa Sofia (FO)
varie - Mondo Bimbi - Torino (TO)
varie - Parrocchia S. Giovanni - Rho (MI)
varie - Petra srl - Firenze (FI)
varie - Progetto Caleidoscopio città di Torino (TO)
varie - Progetto Cultura città di Torino (TO
varie - Progetto Internazionale Mus-E - sezione Torino (TO)
varie - Publityme s.r.l. (MI)
varie - Soconas Incomindios - Torino (TO)
varie - Sorrisirandagi s.r.l.
varie - Teatro della Regina - Cattolica (FO)
varie - Teatro Fregoli - Torino (TO)
varie - Università della Terza Età - Torino (TO)

e ci scusiamo con tutte le scuole, le associazioni, gli enti, i comuni,
le proloco, le cooperative che non abbiamo menzionato

Torna su

Anna Maria Verrastro
responsabile pedagogico dei percorsi didattici

Nata il 18 novembre 1948. Insegnante, ceramista, esperta di psicologia, pedagogia e tecniche psicomotorie. Fondatrice e Presidente dell'Associazione Culturale Cascina Macondo - Musicarteatro Culture Associate. Per molti anni ha sperimentato come insegnante le tecniche di manipolazione dell'argilla nelle Scuole Elementari con ragazzi a rischio e portatori di handicap, acquisendo una solida esperienza del recupero anche con tecniche psicomotorie. Ha operato all'interno di commissioni di ricerca per l'inserimento nella scuola dell'obbligo di ragazzi portatori di handicap. Ha realizzato in tutta Italia per conto di Biblioteche, Scuole, Assessorati e Pro Loco percorsi didattici particolari rivolti ai bambini delle Scuole dell'Obbligo, e aggiornamenti per gli insegnanti. Ha collaborato al Progetto Cultura della città di Torino con percorsi sulla fiaba, la scrittura creativa, la manipolazione dell'argilla.

Dal 1967 al 1992 insegnante elementare alle dipendenze del Provveditorato agli Studi della Città di Torino. Dal 1990 titolare del laboratorio di ceramica di Cascina Macondo. Allieva per tre anni della ceramista Romana Pavan (modellaggio e tornio). Ha Perfezionato le tecniche di modellaggio a mano presso lo Studio Pandora di Sorano (Grosseto). Stages e ricerche sugli smalti e la cottura Raku presso lo Studio Pandora (Torino) e Concreta (Torino).
Corso di scultura presso lo Studio Pandora (Torino). Ha condotto ricerche sulla cottura Raku presso il Laboratorio di Cascina Macondo in collaborazione con Romana Pavan.
Ha frequentato per due anni lo Studio Testa di Almese (To). Conduttrice di Stages di interazione tra il laboratorio di ceramica e il laboratorio di musica popolare in collaborazione con la cantastorie Marcella Pischedda . Conduttrice di Stages di interazione tra il laboratorio di ceramica e il laboratorio di alfabetizzazione teatrale con l'attrice Cam Lecce (storia e uso della maschera). Ha frequentato stages di euritmia e eutonia presso la Scuola psicomotoria di Aucuturier (Torino). Ha frequentato laboratori sulla fiaba presso il Centro di Formazione Permanente, e seguito Corsi di Educazione Musicale (metodo Goitre) presso il Provveditorato algli Studi di Torino. Per molti anni. ha lavorato in centri estivi presso aziende private in Toscana ed Emilia Romagna come animatrice e dirigente. Ha frequentato la Scuola dei Comportamentisti con corsi privati e aggiornamenti presso studi psicoterapeutici che si occupano di disagio ed handicap. Negli anni 90-91-92 ha frequentato la Scuola di psicomotricità presso il Centro di Formazione Permanente con studi di pediatria, psichiatria, psicologia, teoria e tecnica psicomotoria (tirocinio per un totale di 600 ore con gruppi di aiuto e gruppi di terapia). Effettua interventi presso Scuole Elementari e Medie sulla manipolazione dell'argilla e offre consulenze agli insegnati sulla interazione del laboratorio di ceramica con le altre materie curriculari.. Nel 93-94 ha curato la formazione e il coordinamento del progetto "Il Presepe nella memoria" per conto dell'Assessorato all'Istruzione del Comune di Chieri insegnando a un gruppo di volontari le tecniche di manipolazione dell'argilla per trasmetterle a gruppi di classi nelle scuole dell'obbligo della Città di Chieri (To). Nel 94-95 per conto dell'Assessorato all'Istruzione del Comune di Chieri, ha preparato e coordinato il gruppo di lavoro che in 28 classi della scuola dell'obbligo ha realizzato oggetti in terracotta sui temi del presepe, la fattoria, la preistoria e la riproduzione di reperti archeologici risalenti all'epoca romana nel territorio chierese.
Nel 94 ha curato per conto del Provveditorato agli Studi di Torino un corso di aggiornamento sulla manipolazione dell'argilla rivolto agli insegnati delle Scuole Materne del Distretto Scolastico di Chieri. Nel 95-96 ha progettato e realizzato (rivolto ai bambini della Scuola Materna) per il Comune di Torino il Laboratorio di interazione tra musica e manipolazione dell'argilla: "Il Natale nel Paese dei Cocci" con canti, fiabe, danze e manipolazione di manufatti inerenti la tradizione popolare natalizia dei vari paesi. Nel 95-96 per conto del Comune di Chieri ha condotto un aggiornamento per le insegnanti della scuola Materna sulla interazione sensomotoria dell'argilla con i vissuti dei bambini. Coordinamento dei laboratori nelle scuole Materne del Comune. Nel 96/97 Coordinamento dei laboratori presso le scuole Elementari e Medie di Chieri e Pino Torinese. Esperienze di "cotture a cielo aperto" con le classi. Nel 96/97 per conto della FIRAS di Chieri, Collegno, Venaria, Orbassano, Ivrea conduce stages di aggiornamento rivolti alla riqualificazione delle educatrici (interazione argilla-handicap-affettività-aggressività-socializzazione). Nel 96/97 Interventi e laboratori di manipolazione dell'argilla negli asili di Pino Torinese in collaborazione con Pietro Tartamella raccontastorie. Nel 95/96/97 Collabora con le UNITRE (Università della Terza Età) di Poirino, Villastellone, Villanova, Trofarello, Cambiano con interventi sulle tecniche della ceramica e sulla interrelazione con l'affettività. Dal '96 lavora come Consulente di Manipolazione dell'Argilla ed Esperienze Sensomotorie in percorsi continuativi con il CST di Torino (Via Bologna) e di Chieri. I percorsi interagiscono con momenti di affabulazione, musica, creazioni di storie e animazione condotti da Pietro Tartamella. Nel 96/97 e 97/98 Conduce laboratori di manipolazione dell'argilla (storia della ceramica, scoperta del colore) per le Scuole Materne ed Elementari di Pino Torinese e Chieri e altri comuni limitrofi. Dal '96 collabora con il Progetto Cultura della Città di Torino. Nel 94 inizia la collaborazione con il poeta-raccontastorie Pietro Tartamella. Insieme girano le piazze d'Italia, portando la cultura degli Indiani d'America con un grande Tepee all'interno del quale raccontano fiabe e leggende dei pellerossa. Percorsi di Intercultura continuativi che prevedono l'animazione con la Tenda indiana, l'affabulazione e la manipolazione sono inoltre attuati nelle scuole e nelle Biblioteche di tutta Italia. Dal 2002 collabora con il Progetto Internazionale MUS-E con percorsi didattici sulla manipolazione dell’argilla e arti plastiche.

Torna su

 

Pietro Tartamella
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo
redazione – vicepresidente – direttore artistico
di Cascina Macondo

profilo biografico
Nato il diciotto aprile 1948 a Camporeale in provincia di Palermo, ha trascorso l'infanzia a Ventimiglia. Dal 1970 vive a Torino dove ha frequentato il corso di Lingue e Letteratura Straniera alla facoltà di Lettere e Filosofia. Per protesta contro il mondo accademico e la concezione utilitaristica che la nostra società ha della cultura ha deliberatamente rinunciato al conseguimento della laurea a soli quattro esami dal suo raggiungimento. È stato autostoppista. Ha fatto una montagna. Di mestieri. Barista, manovale, correttore di bozze, restauratore di affreschi, soggettista e sceneggiatore di fumetti, traduttore, insegnante di dizione, scrittura creativa, lettura ad alta voce, edicolante. Fondatore negli anni '70 della rivista di poesia e letteratura "La Tenda". Poeta sperimentale, giornalista, scrittore, artista di strada, lettore professionista, ariete, promotore di iniziative culturali, voce narrante di molti audiovisivi e documentari a carattere storico-scientifico-culturale, ma soprattutto Raccontastorie. Lavora nelle strade, nelle scuole, nelle birrerie, nelle fiere, nei matrimoni, leggendo poesie e raccontando storie, ed è certamente teatro quello che propone. I testi poetici che sceglie, gli oggetti simbolici che usa, gli accompagnamenti musicali, i ritmi appassionati della sua voce, la sua originale figura, fanno divenire teatro "tout court" la lettura di poesie. Apparentemente fuori da un contesto, quello della piazza e della confusione, Tartamella sa ribaltare la situazione affascinando e conquistando il pubblico con la voce e le parole. Una vecchia macchina da scrivere nelle sue mani diventa un curioso e affascinante strumento musicale con cui omporre poesie estemporanee ad offerta libera battendo i tasti a tempo di blues. Fondatore nel 1990 con Anna Maria Verrastro, Beppe Finello, Massimo Lupotti, Marcella Pischedda di "Cascina Macondo Musicarteatro Culture Associate". È stato ospite del "Maurizio Costanzo Show", di "Posto Pubblico nel Verde". Hanno parlato di lui riviste e quotidiani nazionali. Tra i suoi libri:

I Poeti de La Tenda
Stalattiti di speranze
Questo mestiere di giornalaio
Il Poeta sull'albero
Il padre ed il paese
La Cattedrale di Mastro Cheli
La Signora delle Ferrovie
L'Africa in giardino
Chi sterminerà i poeti?
Il paese di Whoon
Herbert e la bottiglia
Poesie di un edicolante
Il circo e la strada

Dal 1994, dopo aver lasciato il mestiere di edicolante, Tartamella viaggia per l'Italia con un grande Tepee Indiano, la tipica casa a forma di cono degl’Indiani d'America, ospitando gruppi di bambini e adulti a cui racconta magnifiche storie della tradizione popolare indiana. Per una nota biografica approfondita si rimanda al libretto "Briografia di un Poeta".

curriculum professionale
* Ha collaborato con Soconas Incomindios, rivista di solidarietà con gli Indiani d'America, diretta da Naila Clerici
* Docente di Lettura Creativa, Dizione, Scrittura Creativa in corsi per scuole elementari, medie, licei, e in corsi di aggiornamento per insegnanti, biblioteche, gruppi, circoli, associazioni, enti, privati
* Alla fine degli anni ' 60 partecipa come educatore al progetto di rieducazione di ragazzi a rischio in colonie montane estive promosse da Monsignor Boero del comune di Ventimiglia
* Ha partecipato a molte rassegne internazionali di Artisti di Strada: Certaldo, Pelago, Viarigi, Ferrara, Castelvetro, Giulianova…
* Ospite del Maurizio Costanzo Show come fondatore e presidente dell'ARISC (Associazione per la Riappropriazione della Sovranità del Cittadino)
* Fondatore nel 1990 dell'associazione "Cascina Macondo Musicarteatro Culture Associate"
* Diploma "Scuola di Giornalismo e Pubbliche Relazioni" di Torino, diretta da Piero Rossi
* Diploma di "Geometra" , Istituto Tecnico "G. Ruffini" di Imperia
* Fondatore negli anni settanta della rivista mensile di poesia e letteratura "La Tenda"
* Ha frequentato a Torino la Scuola di Teatro diretta da Carla Pescarmona
* Allievo della Scuola di Mimo di Franco Cardellino
* Allievo della Scuola di Doppiaggio di Torino condotta da Mario Brusa
* Negli anni ottanta soggettista e sceneggiatore di fumetti per la Casa Editrice Universo – Milano
* Ideatore degli spettacoli itineranti "L'Eneide" e "Fiabe Ritmi Danze Africane" in collaborazione con il gruppo di percussionisti plurietnico i "Tribà"
* Ideatore dello spettacolo itinerante "Historia de lo Cavaliere Calvo", favola medievale in costume, in collaborazione con gli Attanti
* Ha collaborato in una tournée estiva come Raccontastorie nel Circo Bidone (piccolo circo francese a conduzione familiare che viaggia con carrozze trainati da cavalli) e con il Cirque Hulon di Jacque, Sophy, Antoine
* Dal 1996 docente di Scrittura Creativa per conto del Comune di Torino (Progetto Caleidoscopio) presso le scuole Elementari e Medie della città di Torino
* Dal 1996, in collaborazione con la ceramista Anna Maria Verrastro, lavora in percorsi di affabulazione, musica, manipolazione, rivolti alle scuole materne per conto del Progetto Cultura della città di Torino
* Dal 1996 collabora in progetti continuativi rivolti ai portatori di Handicap per conto del CST di Torino (Via Bologna) e del CST di Chieri e altri comuni. Percorsi di affabulazione, musica, creazione di storie, animazione, integrati da momenti di manipolazione condotti da Anna Maria Verrastro
* Fondatore nell'anno 2000 del "Cèntro Nazionale pér la Promozióne délla Lettura Creativa ad Alta Vóce" di Cascina Macondo
* Nell'anno 2001 partecipa al progetto Mus-E intervenendo con percorsi artistici e didattici nelle scuole materne ed elementari della città di Torino
* Dal 1994 in collaborazione con la ceramista Anna Maria Verrastro gira le piazze d'Italia portando la cultura degli Indiani d'America con un vero tepee indiano alto sei metri all'interno del quale racconta fiabe e leggende dei pellerossa
* Percorsi di Intercultura continuativi che prevedono l'animazione con la Tenda Indiana, l'affabulazione e la manipolazione, sono attuati nelle scuole e nelle Biblioteche di tutta Italia. Dal 2001 collabora con il Progetto Internazionale MUS-E con percorsi didattici sull’affabulazione, la lettura creativa, la scrittura, la poetica haiku.

poetica haiku
appassionato di poesia haiku fin dagli anni ’70 da sempre coltiva la passione per l’essenzialità e l’immediatezza. Promotore del Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana ha stilato il “Manifesto della poesia Haiku in Lingua Italiana” di Cascina Macondo e il “Manifesto della sillabificazione delle parole italiane per la composizione di Haiku”. Ha ideato il Fuci, il Gianuhaiku, l’Ortohaiku, Shashaijin, Wasnahaijin Oicimani, il Corbello, il Misurale, la Poesia Nomognomica. Ha promosso molte iniziative per la diffusione della poetica haiku in Italia. Nelle scuole, ai bambini e agli adolescenti, insegna la composizione di haiku. Persegue una ricerca nella lettura ad alta voce degli haiku nel tentativo di definire lo stile di Cascina Macondo.

Una pentola
mia madre raccoglie
il temporale.



Torna su

Bruno Burdizzo - redazione

Il 12 giugno 1962, martedì, alle due del pomeriggio, nacqui a Torino in un pianterreno del Borgo Po. Un caldo porco. Strillai paonazzo, e tutto incominciò. Poi accaddero varie cose noiose da raccontare: anni di scuole sbagliate, voglia di studiare zero, poi il militare a Cuneo come Totò, poi la monotonia del lavoro. Parallelamente, però, miliardi di parole. Scarabocchiate in quaderni appiccicosi, su fogli spiegazzati, in cartelline polverose, picchiate sui tasti a mitraglia di una vecchia Olivetti, parole sbagliate, parole buttate, parole conservate. Una passione sfociata a Macondo. Ecco i miei primi quarant'anni. Vi annoiate? Se vi annoiate smetto! Comunque non c'è più molto da dire, anche perché i miei prossimi quarant'anni sono appena incominciati. Vivo a Torino in quello stesso Borgo Po ma nelle mie vene scorre un sangue scuro che sa di terra, di fieno, di vacca e di letame. Sangue d'alte Langhe, del mio paesello, Serravalle, in cui mi rifugio a scrivere, a riflettere, ma molto più spesso a gozzovigliare con gli amici. Per il resto, faccio un sacco di cose. Collaboro con alcune associazioni come il Folk Club dove organizziamo concerti di musica etnica, Avventure nel Mondo con la quale da anni vado vagabondando per i continenti a cercar parole da raccontare, AaZ onlus che si occupa di una scuola in Himalaya, e infine Macondo, dove cerco di imparare a leggere e scrivere (nel far di conto sono ancora messo male ma importa poco). Gestisco un blog su internet che si chiama Strade di Polvere e se volete andarlo a vedere lo trovate nella sezione Viaggi di www.virgilio.it. Ultima cosa, ho scritto un libro vero: "Le storielle di Bianca e Mimmo", cinque racconti da leggere ai ragazzi, pubblicato dall'editore Coppola. Un libro vero davvero! Per ora è tutto qui, il resto devo ancora viverlo, ma vi terrò informati.

Torna su

Agrippino Musso – collaboratore

Nasce in Sicilia, viene esportato a Torino all'età di 5 anni. E' scrittore, sceneggiatore e copywriter dal 1968. Professionalmente ha scritto innumerevoli storie: novelle, fumetti, fotoromanzi e altro ancora. Ha scritto testi di canzoni, poesie, racconti, un romanzo.Tuttora scrive. Ma non di sola parola vive. Conduce corsi di "Scrittura Emozionale", insegna "Ling-Tai-Chi-Chuan" che pratica dal 1990, è esperto di Dinamiche Relazionali, con formazione in "Psicologia del Profondo" di C. G. Jung, lavora in quest'ambito dal 1996 con gruppi e sedute individuali.

Torna su

Ajdi Tartamella – collaboratore

Nata nel 1978. Laureata in Lingue e Letterature Straniere (Inglese e Spagnolo) presso l’Università di Torino. La sua tesi (in lingua inglese - 110 con lode) è uno studio sulla Letteratura Hawaiiana, Maori e Samoana di autori di lingua inglese. Durante l‘estate del 1996 soggiorna nella città di Sutton Coldfield in Inghilterra. Nello stesso anno lavora come interprete nell’ Ostello “Backpackers” della città di Oxford. Conseguita la Maturità Scientifica si trasferisce negli Stati Uniti per un anno. Collabora con la Scuola Superiore “Los Gatos High School” (California) come Aiuto-Insegnante in due diversi corsi di Italiano. Nella città di San Jose per alcuni mesi svolge mansioni di Centralinista. Nell’ Aprile del 1997 si trasferisce ad Honolulu nell ‘isola di Ohau, parte dell’ arcipelago Hawaiiano, dove lavora come “Weekend Manager” presso il “Polynesian Hostel Beach Club” . Oltre al quotidiano lavoro alla “Front Desk” si occupa dei giri turistici intorno all’isola. Farà poi parte del cast di presentazione e promozione dell’Ostello. Dal giugno al settembre 1999 si trasferisce in Australia per approfondire la lingua inglese. Lavora presso gli Ostelli della Gioventù delle città di Sydney e Perth come centralinista e interprete.
Per conto dell'Associazione Girovagarte nell'anno 2000 ha tradotto dalla lingua inglese la serie televisiva di cartoni animati "Open Sesame - Muppets Show" , ventuno puntate andate in onda su RaiSat. Dal 2002 collabara con la De Art Multimedia nella produzione di CD didattici come voce narrante di storie per bambini in inglese. Nel 2004 docente di lingua inglese alla Facoltà di Ingegneria presso il Politecnico di Torino. Tiene corsi per diverse aziende torinesi, per l’Ordine degli Architetti, per la Scuola di Amministrazione Aziendale e per l’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Ha tradotto in inglese, in collaborazione con Lucy Sobrero il “Manifesto della Poesia Haiku in Lingua Italiana” di Cascina Macondo. HOBBIES: ama viaggiare, leggere narrativa in lingua inglese, realizzare letture creative ad alta voce in lingua inglese. Da più di dieci anni collabora alla realizzazione di spettacoli di danza contemporanea, hip-hop e teatro-danza.

Torna su

Florian Lasne – collaboratore

Nato nel 1979 a Noisy-Le-Grand- Parigi- Francia. Nei viaggi compiuti all’estero (Italia, Inghilterra, Austria, India, Spagna...).ha maturato una grande apertura alle altre culture. Puntuale, affidabile, con un grande spirito di adattabilità a varie mansioni e situazioni. Nel 1998 ha ottenuto il baccalauréat letterario al liceo Evariste Gallois - Noisy-Le-Grand- Parigi. Nel 1999-2000 frequenta il primo anno DEUG LLCE italiano alla Sorbonne - Parigi IV. Nel 2003 laurea breve in “arte dello spettacolo indirizzo teatro” a Parigi VIII - Saint-Denis. Ha frequentato in seguito diverse scuole di teatro in Italia e all’estero. Perfetta conoscenza del francese (madrelingua). Conoscenza dell’inglese, scritto e parlato. Conoscenza dell’italiano, scritto e parlato. Conoscenza del tedesco scolastica. Ha tradotto in francese il “Manifesto della Poesia Haiku in Lingua Italiana” di Cascina Macondo.

Torna su

Giuseppe Risso - collaboratore

Giornalista radiofonico e televisivo. Fin da bambino appassionato di musica e spettacolo. Musicista e cantante. A 3 anni il debutto nel teatro nel ruolo di un fiore alla recita dell'asilo. Ho frequento un corso di teatro, e attualmente seguo un corso di Musicoterapia. Sono un lavoratore indipentedente, uno di quelli che chiamano "Freelance" e realizzo servizi e programmi per : Radio Nostalgia, Radio Genova Sound, Genoachannel, Misna, Telepace, Radiopace, Arca. Faccio parte inoltre, ovviamente, della redazione di Cascina Macondo.

Torna su

Lucy Sobrero - collaboratore

Nata e cresciuta a Londra nel lontano 1950, di padre italiano, mi sono sempre sentita parte delle due culture, anche se ho solo potuto imparare e studiare l'italiano in età adulta. Ho vissuto poi vicino a Chieri per molti anni dove ho allevato i miei figli, bilingui, e dove ho insegnato l'inglese in vari istituti. Sono laureata in Studi Umanistici e mi interesso anche delle possibilità e delle difficoltà della traduzione, anche delle poesie. Per quanto povero sia l'atto di tradurre la poesia mi sembra un modo per arrivare dentro l'anima della poesia, là dove non ci sono più parole. Forse per questa mia esperienza di vivere fra due "lingue" amo in particolare la poesia Haiku che è di per sé la "traduzione" di un istante, un battito d’ ali. L'Haiku, con le sue regole essenziali e la bellezza della sua brevità, ci permette di condividere un'esperienza altrui, ma nostra quando la riconosciamo. Abito ora in Inghilterra dove mi occupo degli studenti Erasmus ed internazionali, insegno anche l'italiano e cerco di studiarlo meglio!

Torna su


Annette Seimer
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
Tedesca del Nord, Annette Seimer vive dal 1998 a Torino. In Germania si è occupata di musica e di teatro lirico laureandosi in musicologia, lettere e scienze teatrali nella città di Berlino. Dopo la gavetta come aiuto regista, ha lavorato parecchi anni in teatri e compagnie liriche gestendo ufficio stampa e pubbliche relazioni. L’amore per la lirica la induce ad imparare l’italiano il che a sua volta le fa scoprire il campo delle traduzioni. Conseguito un esame di stato per traduttori in Germania osa il salto oltre le Alpi e si stabilisce a Torino come traduttrice. Lingua e linguaggio sono quindi la sua continua pre-occupazione. Nonostante ciò (o proprio per questo) non si è mai lanciata nella produzione poetica propria. Preferisce le espressioni non verbali dedicandosi nel tempo libero all’esecuzione o all’ascolto della musica, alla pratica di balli popolari e alla lettura dei libri degli altri. Fa parte dal 2003 della giuria del Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana bandito da Cascina Macondo, partecipando anche, insieme al gruppo del “Laboratorio permanente di ricerca sulla voce” alla recitazione degli haiku selezionati.

Le vecchie foto
ricordi dei defunti
quante risate

Torna su

 

Antonella Filippi
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
La grande passione per la natura e il mondo delle conoscenze e degli studi ad essa legato è una costante nella mia vita, insieme all'inclinazione per la scrittura e i viaggi. Mi sono diplomata in erboristeria tradizionale e fitopratica, e poi in naturopatia, ho frequentato un corso annuale di grafoanalisi, mi sono laureata in medicina biologica presso il Centro Interuniversitario Ticinese con una tesi di ricerca sulla dottrina umorale ippocratica applicata alle moderne bioterapie. Negli stessi anni ho aperto una casa editrice e fondato un'associazione che si occupava di corsi di integrazione ambientale per adulti e ragazzi; ho partecipato all'ideazione e attuazione di un programma in dieci puntate, trasmesso dalla R.A.I. e organizzato viaggi di particolare interesse naturalistico e culturale; ho partecipato all'attuazione di un CDRom educativo in campo socio-sanitario e pubblicato, per i tipi di una casa editrice svizzera, due testi relativi alle proprietà curative delle piante selvatiche e dei vegetali di consumo abituale; ho ideato il metodo onodiagnostico. Ho collaborato in anni diversi con editori di settimanali, mensili, opere a fascicoli. Ho svolto anche attività di sceneggiatura in collaborazione con una casa di produzione milanese e scritto sceneggiature per un programma radiofonico di una radio privata torinese. Attualmente alterno l'attività lavorativa come direttore scientifico e responsabile della ricerca e sviluppo di una società milanese con l'attività di docenza in corsi di medicina naturale e consulenze in naturopatia olistica, applicando alcuni metodi di accertamento bioenergetico (iridologia, morfopsicologia, riflessologia, kinesiologia) e con la scrittura di racconti, favole, poesie, saggi. Come può essere chiaro, i miei hobby sono pochi e sempre gli stessi da molto tempo: la passione per la scrittura va di pari passo con l'amore per i viaggi, dai quali gli unici "souvenir" che riporto sempre sono libri, erbe locali e ricette curative tradizionali, con il piacere di camminare in montagna, con la raccolta di erbe e piante che uso in preparazioni per uso personale, per la famiglia e gli amici. E, per finire, non fumo (ma forse era chiaro!).

curriculum professionale
Da Gennaio 2004 impiego come vice-direttore scientifico presso casa editrice milanese.Maggio 2000-Dicembre 2003 Responsabile della ricerca e sviluppo e del servizio di consulenza scientifica per la Divisione Nutraceutica di società della provincia di Milano: ricerche di mercato nel settore nutraceutico, selezione di fornitori e materie prime, redazione di articoli pubblicati su riviste specializzate (L’Integratore Nutrizionale, Erboristeria Domani), collaborazione con Università; formulazione di prodotti, ricerca, elaborazione e fornitura della documentazione scientifica, selezione dei terzisti; attività di formazione; contatti con i clienti per la presentazione delle materie prime, anche sulla base di specifici progetti.Gennaio-Maggio 2000 Collaborazione con la casa editrice Fabbri (articoli scientifici per un’enciclopedia a fascicoli).
Gennaio 1998-Dicembre 1999 Attività come project-product manager in società multinazionale.
Giugno 1981-Dicembre 1997 Gestione di casa editrice in campo scientifico. Ideazione, sceneggiatura e attuazione di un educational in 10 puntate, acquistato e trasmesso dalla televisione italiana (R.A.I.). Partecipazione ad attuazione di CDRom educativo in campo socio-sanitario. In parallelo alle attività strettamente editoriali sono stati sviluppati progetti di formazione scientifica.
Gennaio 1976-Dicembre 1980 Impiego presso studio di commercialista; traduzioni in campo economico-finanziario.

poetica haiku
Conosco la poesia Haiku da quando, in terza media, la nostra insegnante di Lettere aveva svolto una parte del programma insegnando la poesia giapponese (oltre a quella cinese, indiana, vietnamita, degli indiani d’America, ecc), la sua metrica, spiegando il significato legato principalmente alla filosofia Zen e alla “percezione istantanea”, illustrando i principali autori di questo tipo di poesia.
In seguito ho approfondito queste conoscenze, praticato per anni la meditazione legata allo Zen, iniziato a scrivere haiku (e a eliminarne il 99%). Faccio parte della giuria del Concorso Internazionale di Poesia Haiku in lingua italiana di Cascina Macondo.

Carpa dorata
Nella risaia nuota
tra le nuvole.

Torna su

 

Enrico Mario Lazzarin - collaboratore

Nasce a Torino il 22 settembre 1958. Si interessa di poesia dall’età di sei anni, quando nascondeva foglietti poetici nelle intercapedini di casa e nei giocattoli degli altri bambini. E’ ideatore e organizzatore della rassegna poetico musicale “Poesia Vagabonda” giunta alla decima edizione. Ha inventato l’autobuspoesia. Nel 1999 esce la sua prima raccolta di poesia “Non piove più” edita da Taurus. È stato uno dei soci fondatori dell’ Associazione Culturale “Due Fiumi”. Redattore della rivista culturale “Corrente Alternata”. Sue poesie sono state tradotte in americano dal noto poeta statunitense Jack Hirschman sul giornale Anderson Valley Advertiuser. Ha inoltre pubblicato numerosi racconti. Collabora in simbiosi artistica con la pittrice Susanna Viale di Pino Torinese completando i lavori pittorici con le sue poesie.

Torna su

 

Fabrizio Virgili
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
Fabrizio Virgili è nato a Roma quando ancora si nasceva in casa. Per 35 anni è stato "maestro di zompi". Nel 1527, durante la calata dei Lanzichenecchi, fu il più veloce a fuggire da Ponte Milvio, la qual cosa gli valse diverse maglie azzurre nei 110 ostacoli. Preferisce i numeri pari. E' onnivoro. Come pedagogista è convinto che il miglior pediatra della storia sia stato Erode. E' permaloso e si crede spiritoso. Vorrebbe vivere a Cascina Macondo ( ma lì non lo vogliono ). Non fuma e non beve caffè. In una vita precedente ha vissuto una stupenda storia d'amore con Floriana. Per fortuna l'ha di nuovo incontrata anche in questa vita. Lavora troppo. Parla greco e invece si occupa di poesia tradizionale giapponese. Ha scritto le parole di qualche canzone, ma non aspira alla carica di Presidente del Consiglio.E' sempre certo di essere cestinato.

Pigra calura
dal cavo delle mani
bevo la luna.

Torna su

 

Giorgio Gazzolo
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
Giorgio Gazzolo, medico, è nato nel 1937. Ha vissuto a Roma e a Milano. Esordio letterario nel 1967 su “Letteratura” (N° 88-90). Collaboratore di Riviste qualificate (Resine / Pietre / Atelier/ La Clessidra / Nuovo Contrappunto / Tribuna Letteraria e altre) e giornali (Paese Sera, il Corriere Mercantile). Tre volumi di poesia pubblicati e premiati negli anni 70/80 – finalista al Premio Biella 1977. Presente in numerose antologie con poesie e racconti. Presente e tradotto in giapponese nella rivista “Ginyu” e in numerosi Siti Internet. Le Edizioni PULCINOELEFANTE hanno stampato due suoi libri. La recente plaquette Sguardi per le Edizioni del Leone è stata presentata al Museo D’Arte Orientale E. Chiossone. Nel 2002 vincitore del Mainichi Haiku Contest (TOKYO) e inserito nella Antologia del Premio Lerici Pea. Nel 2003 vincitore del Premio “Friends of the BERKELEY Public Library”. Attivo come pubblicista e organizzatore di incontri letterari.

curriculum professionale
Organizzatore di incontri letterari. Pubblicista.

poetica haiku
Attivo fin dal 1955 nel sito WHA e nel sito WHC.
Presente in vari Website (Haiku Spirit, Lishanu e molti altri).
Curatore del Blog: http://digilander.it/haiko!
Tre haiku nelle edizioni Pulcinoelefante.
Presente in varie antologia straniere (Moon Press 2001, LCR Sofia 2003).
Organizzatore del Festival Poesia Haiku al museo Chiossone (Genova 2004).
Suoi haiku su “Nuova Tribuna Letteraria” e altre Riviste.
“Quattrodici Haiku di mare” edizioni Takeda, Lugano 2004.
Terzo premio al Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana di Cascina Macondo edizione 2005
In preparazione oltre 200 haiku per le Edizioni Empiria di Roma.
In programmazione 7 haiku per il Mito di Amaterasu-Rapallo 2006

sole al tramonto
sfiora l’antico specchio -
arcobaleni

Torna su

 

Pier Luca Bandinelli
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
Sono nato e vissuto a Roma dove attualmente lavoro e vivo con la mia famiglia. Fin da ragazzo sono stato appassionato di cultura orientale (in particolare il buddismo zen, il taoismo e la cultura giapponese), interesse tramandatomi da mio padre. Ho conseguito la maturità scientifica, dopo la quale ho viaggiato per gran parte dell’ Europa con un compagno di scuola con L’interrail per un mese. Da quando ho 18 anni sono vegetariano. Ho proseguito gli studi iscrivendomi alla Facoltà di Medicina e Chirurgia al termine dei quali ho intrapreso un viaggio in India (da solo e per un mese) prevalentemente nel Kashmir e nel Ladak. Nel 1989 nuovo viaggio in India e Nepal con la mia attuale moglie. Ho iniziato a lavorare a Torino (come medico dell’Ospedale Psichiatrico di Collegno) dal Maggio del 1991, e ho vissuto a Torino per 2 anni. Nel 1993 sono tornato a Roma, e nel 1994 mi sono sposato (viaggio negli Stati Uniti da costa a costa in automobile per più di un mese). Nei primi anni di matrimonio diversi viaggi in Europa (diverse volte a Londra e Parigi; Norvegia fino a Nordkapp; Grecia in quasi tutte le isole del Dodecanneso; Turchia; Spagna in particolare in Andalusia). Sono nato nel 1960, sono sposato e ho 2 figli, un maschio e una femmina. Oltre al lavoro e alla famiglia sono appassionato di musica classica (dal 1982 sono abbonato ai concerti dell’Accademia di S. Cecilia a Roma) e jazz. Amo molto la lettura (soprattutto classici e letteratura contemporanea). Per quanto riguarda la saggistica prediligo testi attinenti alla psichiatria, ma ho molti interessi relativi alla fisica, logica e matematica.

curriculum professionale

titoli di studio: laurea in medicina e chirurgia (a.a. 85-86); specializzazione in “neurologia” (a.a. 89-90); perfezionamento in “psicologia cognitiva e reti neurali” (a.a. 93-94); specializzazione in “psichiatria” (a.a 04-05).
esperienze lavorative: ufficiale medico aeronautica (dic. 87- dic. 88); assistente medico psichiatria asl 5 regione piemonte (03/05/91-30/04/93); dirigente 1° livello psichiatria dsm asl rm “e” (dal 01/05/93 ad oggi: dal 01/11/95 presso spdc s. filippo neri di roma); consulente tecnico tribunale civile di roma.
incarichi lavorativi: funzione di ricerca (dic. 97- ago. 00); psicodiagnostica (da ago. 00 ad oggi).
docenze: psicopatologia clinica (s.m.o. a.a. 99-00 e 00-01); professore a contratto di “psichiatria” (corso di laurea in fisioterapia, università cattolica di roma, dall’ a.a. 01-02 ad oggi). professore a contratto di “psicologia cognitiva” presso il corso di laurea in scienze della comunicazione, informazione e marketing della facoltà di lettere e filosofia della libera università maria ss. assunta (lumsa) di roma.
interessi e lavori scientifici: 30 lavori su riviste italiane, internazionali, e come presentazioni a congressi su: sistemi dinamici non-lineari, connessionismo (reti neurali), deficit cognitivi schizofrenia.

poetica haiku
1) Segnalazione di merito per l’opera poetica “la goccia specchia” (sezione haiku) alla XVI° edizione del concorso letterario nazionale “Città di Torino” (2001).
2) Prefazione al libro di Alberto Sbardella “odore di parole” di poesie haiku. Edizioni Cisu, Roma 2001.
3) Segnalazione di merito per l’opera poetica “ricordo di te” (sezione haiku) alla XVIII° edizione del concorso letterario nazionale “Letteratura d’ Amore” (2002).
4) Secondo premio per l’opera poetica “danza nel cielo” (sezione haiku) alla XVII° edizione del concorso letterario nazionale “Città di Torino” (2002).
5) Nono classificato su 92 concorrenti con l’opera poetica “un vento teso” (sezione haiku) alla IV° edizione del premio internazionale letterario e artistico “Poesia e Immagine” a tema “Il Mare” (2002).
6) Settimo classificato su 122 concorrenti con l’opera poetica composta da 5 haiku (“imbrunire” , “ultimo raggio” , “risonanze del giorno” , “notturno” , “magia d’alba”) alla V° edizione del premio internazionale letterario e artistico “Poesia e Immagine” a tema “Albe e Tramonti” (2003).
7) Autore del libro di poesie haiku “Riflessi d’ombra”. Edizioni Cisu, Roma 2003.
8) Secondo premio per l’opera poetica “oltre nel buio” (sezione haiku) alla XIX° edizione del concorso letterario nazionale “Città di Torino” (2004).
9) Finalista (4° classificato) al XIX° Premio Letterario Nazionale Haiku (edizione 2005) patrocinato dall’Associazione Italiana Amici del Haiku, per l’opera poetica “all’imbrunire” , in attesa di pubblicazione presso la rivista della Kokusai Haiku Kyokai.
10) Segnalato al Concorso Internazionale di Poesia Haiku in Lingua Italiana – 3° Edizione 2005 - edito da Cascina Macondo

Mani intrecciate
all’ombra della luna
si raccontano

 

Torna su

Franco Pariante – redazione

Età anagrafica intorno alla trentina, mentre quella spirituale si è fermata all'adolescenza... Sarà per il sangue partenopeo che mi scorre nelle vene e va ad irrorarmi stancamente la corteccia cerebrale, ma la mia indole, oltre che essere completamente sprovvista di voglia di lavorare, mi ha sempre spinto naturalmente verso attività collegate in qualche modo all'arte ed alle esibizioni. Fin dall' infanzia le mie giornate sono costellate di piccoli spettacoli ad uso di amici e parenti, per poi sfociare in esperienze di canto corale, concerti rock con il mio fidato basso elettrico e le canzoni scritte d'impeto, per non parlare poi delle magistrali improvvisazioni davanti alle commissioni esaminatrici negli anni della scuola. Dopo la magnifica esperienza del servizio civile, durante il quale, collaborando con l'ufficio cultura di Grugliasco, ho iniziato a capire il funzionamento della macchina dello spettacolo, il mio tempo libero si è punteggiato di esperienze associative, con annesse organizzazioni di concerti, spettacoli, manifestazioni e rassegne, fino al fortunato incontro con Cascina Macondo. Da allora il mio interesse per l'arte dell'intrattenimento, rimasto sempre un po' dispersivo, ha iniziato a prendere forma grazie ai preziosi insegnamenti di Pietro ed Anna e mi ha portato, e mi porta tuttora, ad approfondire la dizione, l'interpretazione, l'uso del magnifico strumento naturale che è la voce, permettendomi così di cimentarmi in nuove attività, quali teatro e lettura creativa ed aprendomi la strada verso nuove emozioni forti, che travolgono e premiano sempre chi ha il coraggio e la stoltezza di affrontare quello strano e capriccioso animale che è il pubblico! Marginalmente, la professione che mi permette di dedicarmi a queste attività è quella di tecnico, modellazione 3D, al computer, nel settore dello stile automobilistico.

Torna su

 

Gulli Pepe - collaboratore

Nato a Bonea (BN) il 9 novembre 1953. Residente a Baldissero Torinese
Partecipa come attore in varie Compagnie teatrali filodrammatiche. Frequenta con successo la "Scuola di Teatro Anna Bolens" di Torino; alla fine dei corsi entra nella stessa Compagnia professionale come attore e vi resta per cinque anni partecipando a spettacoli sia classici che per bambini. Successivamente, sempre a Torino, è socio fondatore dell'associazione culturale "Fanteatro" dove, per dieci anni, partecipa sia come attore, sia come organizzatore, all'allestimento di spettacoli che verranno rappresentati in rassegne e teatri prestigiosi, (Punti verdi, Teatro Araldo, Teatro Adua, ecc.). Trasferita la residenza a Rivodora si inserisce subito nella realtà locale e nel 1996 è tra i soci fondatori dell' "Associazione culturale Pinin Pacot"; da sempre membro del Consiglio direttivo attualmente ricopre la carica di responsabile culturale nonché direttore artistico e regista della relativa Compagnia Teatrale. Il lavoro nell'ambito dell'associazione P.P. è stato quello di promuovere e divulgare la cultura del teatro sul territorio con stages sulla storia del teatro, corsi di dizione e tecniche teatrali. Ha partecipato all'edizione 2001 del "Concorso Invito alla regia Premio Fantasio Piccoli" di Trento arrivando tra i cinque finalisti della manifestazione. Dal 2001, inoltre, fa parte del gruppo di ricerca del Laboratorio Permanente di Ricerca sulla Voce presso "Cascina Macondo".

Torna su

 


Marco Morello - collaboratore

Nasce a Torino nel 1956. Si laurea in inglese nell’80 e lo insegna da allora nelle superiori. Scrive poesie liriche dal ’72 al ’79, virando successivamente verso lidi ludolinguistici, attestati da fitta collaborazione con il Bartezzaghi di “Tuttolibri”, Accavallavacca, Anno sabbatico. Pubblica a proprie spese due raccolte di versi: Semplicità (’76) e Quartine per ‘Lù (’01). Dirige per anni l’aperiodico “Poesia nella Strada” e collabora come critico e traduttore a “Hebenon”, rivista internazionale di letteratura.

Torna su

Nagi Tartamella - collaboratore

Nata a Torino nel 1976. Consegue la maturitÓ scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "A. Monti" di Chieri (TO). Laureanda in Scienze dell'Educazione (Educatore Professionale Interculturale) presso UniversitÓ di Torino. Socio-coordinatore dell'Associazione Culturale "Cascina Macondo". Partecipa al "Progetto Sciamano 2003" del Teatro Sperimentale per l'Handicap condotto da Claudia Contin e Ferruccio Merisi della Scuola Sperimentale dell'Attore di Pordenone. Partecipa al Progetto di Beppe Barra e Claudia Contin "L'Arlecchino Errante" sulla Commedia dell'Arte. Conduce percorsi creativi, sensomotori, manipolativi, e di affabulazione rivolti a portatori di handicap adulti. Frequenta il "Coatchine Project" di Bordeaux, formazione di Danza di Espressione Africana e Contemporanea con Vincent Harisdo, Isabelle Chevau, Nicole Ponzio. Collabora con il coreografo-danzatore Vincent Harisdo in percorsi di danza e culture africane rivolti alle scuole francesi. Referente dei percorsi di formazione sulla Danza Africana programmati a Cascina Macondo. Dal 2004 collabora con il Progetto Internazionale MUS-E con percorsi didattici di Danza-Movimento rivolti alle scuole elementari di Torino.

Torna su

 

Mario Robecchi - collaboratore

Acquario ascendente Gemelli nato nel 1961, vegetariano, non fumatore, sensibile alle Arti, alla pienezza ed alla semplicità della Vita. Dal 1996 tengo conferenze su argomenti esoterici, conduco seminari per il miglioramento personale e organizzo giochi non competitivi, perché credo che si impari a vivere stando nella gioia. Sono astrologo, Reiki Master e Karuna Reiki Master. I miei consulti ed i miei seminari sono a offerta libera, dal momento che quanto insegno non ha prezzo. La "pagnotta" me la guadagno insegnando informatica.
Mi occupo di comunicazione dal 1980, quando entrai nel mondo della pubblicità, in qualità di copywriter, appena dopo la maturità classica. Da allora mi sono dedicato a diverse attività: ho dato consulenze di marketing, di organizzazione del lavoro, di informatica, ad aziende molto note nei rispettivi settori.

Torna su

 

Reno Rascionato – collaboratore

Nato a Ludwigshafen/Rhein (Germania) il 16 gennaio 1965. Residente in Rimini Altezza m. 1.83, peso Kg 90, numero piede 46, insomma una figura imponente! Voce, chitarre, armonica, cembali e tamburelli azionati a pedale contemporaneamente. Una piccola orchestra ambulante per feste e spettacoli in piazze, fiere, sagre, birrerie, teatri. Un vasto repertorio di canzoni dei migliori cantautori italiani, nonché canzoni proprie, proposte in maniera originalissima nelle vesti del “one man band”. Inoltre spettacoli per bambini con fiabe animate e cantate. Stornelli romani e toscani, ballate e filastrocche.Poesia. Serenate sotto il balcone dell’amata, prima, durante e dopo il matrimonio. Ha partecipato a varie rassegne italiane di Cantastorie e Festival di Strada. Vanta passate collaborazioni musicali con i Nomadi e Vecchioni. Con la Casa Discografica “City Record” ha pubblicato il suo primo LP di cui è autore dei testi e delle musiche.

Torna su

 

Roberto Martinez - collaboratore

Nasco a Torino, il 6 ottobre 1959. Fin dal primo vagito è chiara la mia naturale vocazione per la comunicazione. Infatti, alla vista dell¹infermiera, una mora particolarmente formosa, ho la mia prima erezione e tento di baciarla. Dunque, inizio la carriera di grafico intorno al 1980, ma parallelamente mi sfogo disegnando fumetti, che diventano una raccolta di strips, intitolata "Adamo e i suoi pensieri", in collaborazione con Ezio Gaidino. Mi dedico alle vignette satiriche e vinco il primo premio del concorso nazionale "Lavoro in Satira" e altri premi minori. Dopo un corso di scrittura creativa, passo alla letteratura comica. Nasce così il sodalizio con Silvio Bosticco. Nel 1995 arriviamo secondi al concorso "Una favola al castello". L¹anno successivo (1996) vinciamo il primo premio. Nel 1997 viene alla luce il romanzo "Mandarino Meccanico" edito da Comix. Nel 2002 la Piemme (Battello a Vapore) ci pubblica il romanzo "Luca Dong dalla Cina con amore" ed è di prossima pubblicazione il secondo episodio "Luca Dong e il mistero del professor Kappa". Attualmente sono direttore artistico della mia agenzia di pubblicità Art Cafè e lavoro con Silvio a diversi progetti letterari. Quando non lavoro, mi tocco.

Torna su

 

Silvia Sanlorenzo – collaboratore

Nata il 2 giugno del 1976 a Torino dove vive, nonostante la voglia di partire per un lungo viaggio senza ritorno l’assalga periodicamente. Attualmente lavora al carcere minorile “Ferrante Aporti” come tecnico nel laboratorio di ceramica della sezione femminile . Sulla carta d’identità alla voce professione ha scritto : animatrice professionale. E’ un lavoro che ama, anche se spesso fa fatica a spiegare cosa significhi. Di solito le dicono: “Ah! Anche mia cugina ha lavorato nei villaggi turistici”. Silvia però non l’ha mai fatto né ha intenzione di farlo! Iscrivendosi all’università per diventare “educatrice professionale” spera, oltre ad aumentare la propria professionalità, di non essere più associata a Fiorello. In campo artistico ha partecipato a spettacoli amatoriali di vario genere, ama sperimentare e lanciarsi in nuove avventure, come il laboratorio permanente sulla voce di Cascina Macondo che frequenta da due anni.

Torna su

 

Ugo Benvenuto – collaboratore

Ex odontotecnico non pentito lascia quel lavoro per svolgere l'attività di edicolante. Vivendo in un mondo di carta può permettersi di dedicarsi alle sue passioni preferite: la lettura, la scrittura, il teatro, e i giochi di parole. Non ha prole e oltre ad essere professionalmente un edicolante è anche raccontastorie, attore di teatro e scrittore di filastrocche. Crede al destino segnato nei nomi e nei cognomi. Ugo deriva dal tedesco "Hug" (spirito). Infatti lui ha paura degli spiriti, non beve alcolici e ha difficoltà col tedesco. Il suo cognome poi è un'arma a doppio taglio, nel senso che può essere usato come termine per accoglierlo "Benvenuto tra noi", oppure per fargli mancare la terra sotto i piedi nell'atto di pulirsi le scarpe sopra quei zerbini dove c'è scritto "Welcome". Per Ugo che è della Vergine (segno di terra) è terr-ibile. Va da sé che è un amante del calembour, del doppio senso, del non senso e del senso della vita (è convinto che il senso della vita stia nella vita stessa). Sostenitore dell'amicizia equo e solidale è appassionato dell'amore e accetta consigli spassionati. Il suo pasto? Neanche a dirlo: pasto al pesto e lui è a posto. I suoi vini preferiti sono il passito di Caluso e di Pantelleria. Per definirlo con gergo musicale Ugo è: "ironico con garbo lievemente surreale". Se preferite definirlo con un Haiku:

Piedi in terra
testa fra le nuvole
bacino smak smak.

Torna su

 

Umberto Cordier - collaboratore

Nato nel 1953, occupato nella didattica dell'elettronica e dell'informatica. Da tempo si dedica allo studio di tutto ciò che può definirsi ``misterioso'', ``anomalo'', ``inconsueto'', con un metodo di lavoro razionale e sistematico. Ricercando un criterio di obiettività, collabora con associazioni ``possibiliste'', ma anche con altre ``scettiche'', come il Comitato di controllo sulle affermazioni del Paranormale. E' segretario della “Società Fortiana Italiana”. Oltre a diversi articoli per riviste del settore, ha pubblicato alcuni volumi: "Guida ai draghi e mostri in Italia", sul tema degli animali misteriosi; "Dizionario dell'Italia misteriosa", repertorio di anomalie archeologiche; "Guida ai luoghi misteriosi d'Italia", vasta enciclopedia dell'insolito; "Guida ai luoghi miracolosi d'Italia", ampio panorama di fenomeni mistici e prodigiosi; "Guida alle sagre e feste patronali", nutrita raccolta di tradizioni folcloriche.

Torna su

Michele Bertolotto - redazione

Nato a Torino nel 1958. Scampato a tutte le guerre si appassiona all’informatica, ne studia una più del diavolo e riesce a prendere uno straccio di laurea in scienze dell’informazione. Oggi ha una propria attività di Webmaster e realizza siti web. Ha imparato a vestirsi da solo ed attualmente segue un corso per allacciamento di scarpe riservato ad ambidestri. Recentemente è stato bocciato agli esami del sangue…. Gli amici dicono di lui: “ Michele chi? ”
Hobby: Cantare e non solo sotto la doccia, scrive e musica le proprie canzoni anche se nessuno lo caga, affabile, divertente e quasi senza difetti ma soprattutto modesto….Coltiva Bonsai giapponesi da quando si è reso conto che un baobab in casa non ci stava… Scrive poesie e romanzi per ragazzi con lo stesso risultato delle canzoni ma non demorde, sa che qualcuno, da qualche parte un giorno si appassionerà ai suoi racconti anche se ormai lui avrà l’artrite e non potrà più scrivere…
Collabora nella redazione di Cascina Macondo, nella parte informatica del sito web e fa parte della giuria del Concorso Internazionale di Poesia Haiku con i quali si cimenta divertendosi un sacco…

Nella giuria
Con Haiku e Senryu
Facciamo notte.


Torna su

 

Elisabetta Bovo
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
Nata il 20-02-55 a Verona, diploma di maturità classica, laurea in Lettere e Filosofia presso l’Università di Padova (110 e lode) nell’A. A. 1977/78, Premio Città di Verona 1978/79 per miglior tesi di laurea di ambito umanistico. Seconda laurea in Scienze religiose, con indirizzo in antropologia filosofica. Medievalista di formazione, ha interessi in vari campi del sapere, in cui ha seguito corsi di approfondimento presso università o istituti specializzati. Due corsi di perfezionamento post-laurea all’Università Bocconi di Milano in Discipline filosofiche e storiche, con maestri del pensiero contemporaneo come Carlo Sini, Emanuele Severino, Fulvio Papi, Gino Zaccaria, Fedier, etc.
Un master post-laurea in giornalismo presso l’Università di Ferrara, un corso di perfezionamento biennale post-laurea in Beni Culturali, un ulteriore Master post-laurea in Gestione dei Beni Culturali sempre presso l’Università di Ferrara. Ha inoltre seguito numerosi corsi - tra cui uno ministeriale - di aggiornamento in filosofia, storia, letteratura italiana e storia dell’arte. Ha anche frequentato un corso di iconografia bizantina e russa con Egon Sendler a fine anni ’70 e un corso di antiquariato e storia del mobile con l’arch. Sergio Coradeschi, entrambi - ciascuno nella propria disciplina - a livello nazionale ed europeo. Da sempre ha la passione per la fotografia e per la scrittura, in primis la poesia. Ha pubblicato un volume di liriche negli anni ’80 con Cultura 2000 editore, ed è stata tra i finalisti di una delle passate edizioni del Premio Nazionale di Poesia Lorenzo Montano, indetto dalla Rivista “Anterem”. Ama gli animali e la natura, ha uno stupendo pastore tedesco di nome Yariz. Nel tempo libero, oltre ai viaggi ed alla lettura, si dedica all’arte figurativa (ceramica, pittura, incisione).

curriculum professionale
Già docente di Liceo in varie classi di concorso e diverse discipline (letteratura italiana e latina, filosofia e storia, filosofia e pedagogia, storia dell’arte) ed esercitatrice universitaria in Storia medievale presso l’Università di Padova e di Storia economica presso l’Università di Verona. Giornalista pubblicista regolarmente iscritta all’Albo dei Giornalisti del Veneto dalla metà degli anni ’80. Ha collaborato col quotidiano “L’Arena” (su cui ha tenuto per diversi anni una rubrica fissa come critica d’arte, oltre ad una collaborazione sotto forma di recensioni di mostre, libri, cataloghi, eventi culturali), col mensile “Nigrizia” (con cui ha collaborato come esperta di arte africana e come recensore bibliografico), con alcune riviste specialistiche di storia, come “Civis. Studi e testi” o “Rivista di storia della Chiesa in Italia”, o con periodici d’arte come “Terzoocchio” (ed. Bora) o “Marmor” (ed. Zusi), col settimanale “Il Nuovo Amico del popolo” (Chieti) e con altre testate locali. Con alcune di tali pubblicazioni è tuttora aperto il rapporto di collaborazione. Cura un piccolo sito internet d’arte figurativa e sta preparando una rivista d’arte, architettura e paesaggio il cui primo numero uscirà in giugno 2006, con un editore veneto. Ha diretto per A. Mondadori - coordinando 15 autori - l’opera in 9 volumi “L’uomo e il tempo”, di cui è stata in parte anche l’autrice. Attualmente, oltre all’attività giornalistica e di critica d’arte contemporanea, svolge il lavoro di storica dell’arte presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio di Verona, Vicenza e Rovigo, ed è docente di Iconologia ed Ermeneutica dell’immagine presso l’Università del tempo disponibile del Comune di Verona. Ha recentemente pubblicato, con Cavinato Editore (BS), il volume di antropologia filosofica: “Il vitello d’oro. L’uomo contemporaneo e l’idolo della tecnica” (estate 2005). Sta preparando un saggio sull’icona e sulla decodificazione del suo composito simbolismo.

poetica haiku
Ha letto varie raccolte di haiku e testi di poetica haiku (soprattutto articoli on-line o introduzioni alle raccolte). Ha partecipato nel 2004 al Concorso Internazionale Haiku di Cascina Macondo. Ha scritto una raccolta (inedita) di haiku, intitolata “La strana pioggia”, che le piacerebbe pubblicare corredandola con alcune opere di grafica giapponese in suo possesso.

Fetta di luna
sull'orlo del bicchiere.
Limone in cielo.

Torna su

Fabia Binci
Giurato Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo

profilo biografico
è nata a Jesi, città bella sul fiume Esino, in provincia di Ancona, nel 1946 e vive ad Arenzano (Genova), ma è Jesi la sua città del cuore. Anzi, a dire il vero, non ha mai traslocato da via Marconi. È lì che ha educato il suo animo alla bellezza e alla poesia, la sua passione più vera: all’ombra del campanile di Santa Maria del Piano, con i monti azzurri di Leopardi all’orizzonte, tra gente semplice che sa esprimere le proprie emozioni. Con grazia e leggerezza. Tutto il resto è un corollario: la laurea in Lettere presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, il matrimonio, i suoi due figli, l’insegnamento, gli affetti profondi, l’impegno nel sociale e nel volontariato, l’amore per il paesaggio ligure e per Arenzano, paese d’adozione, dove il giovane Caproni incominciava la sua carriera di maestro-poeta. E dove è ancora vivo il ricordo di critici e poeti che frequentavano la casa di Lucia Rodocanachi: Montale, Sbarbaro, Bo, Vittorini e tanti altri. Tutto è per lei ritmo e poesia, anche il dolore da accettare e superare, quando si presenta per ricordare la fragilità dell’essere, la sua bellezza limpida e tagliente, nel dono immenso di ogni giorno all’orizzonte. Ha un segreto da comunicare a chi è pronto ad accoglierlo: “Innesta nel tempo la speranza, fai con amore quello che stai facendo e se ci riesci fallo con gioia. Non morirai del tutto”.

curriculum professionale
Fabia Binci ha insegnato Letteratura Italiana e Storia per oltre trent’anni, sempre in Scuole Medie Superiori, a Torino e a Genova, dove ha curato in modo particolare la didattica della scrittura, attraverso il Giornale d’Istituto, il Laboratorio di Scrittura e l’uso delle nuove tecnologie informatiche. Ha frequentato seminari e corsi di scrittura creativa diretti da Stefano Benni, in Umbria e a Genova. Ha tenuto corsi di aggiornamento sulla didattica della scrittura in numerose scuole medie superiori della città di Genova e in varie regioni italiane, nonché presso Enti Privati e associazioni di innovazione didattica. Dal 1992 coordina il Laboratorio di Scrittura Creativa dell’Unitre di Arenzano e Cogoleto, che ha organizzato lei stessa. Iscritta all’ordine nazionale dei Giornalisti, collabora attualmente a riviste culturali con articoli di critica letteraria ed interviste ad autori del nostro tempo. Collabora con alcune case editrici, come editor e curatore di Prefazioni. È direttore responsabile della rivista N.O.I. Nuovi Orizzonti Insieme dell’UNITRE, Università delle Tre Età di Arenzano e Cogoleto, associazione in cui riveste il ruolo di Direttrice Didattica.
Un libro a lei particolarmente caro è Il fiore pungente – Conversazione con don Andrea Gallo, Casa Editrice O Carõggio 2000, che ha scritto insieme a Paolo Masi.

Notte d’agosto:
di stelle un ramo carico
strega la gatta

Torna su

 


CASCINA MACONDO

Musicarteatro - Culture Associate
Cèntro Nazionale pér la Promozióne délla Lettura Creativa ad Alta Vóce


Borgata Madonna della Rovere, 4 - 10020 Riva Presso Chieri (TO) - Italia
tel/fax 011 / 94 68 397 - cell. 328 4262 517
Partita Iva 06598300017
email: info@cascinamacondo.com

consulente pedagogico dei percorsi didattici: Anna Maria Verrastro
direttore artistico: Pietro Tartamella


Inserire il sito di Cascina Macondo come pagina iniziale 
del tuo collegamento a internet? Perché no? 
Clicca qui e sarò fatto!


Creative Commons License

Questo sito Ŕ pubblicato con Licenza Creative Commons.

2002 - 2007 Cascinamacondo.com
Sito realizzato da DeArt - Torino